LA POLITICA DEL M5S

17.880 volte grazie!
Il M5S di Cesena ringrazia tutti coloro i quali hanno espresso la loro fiducia nei confronti dei nostri candidati e del nostro capolista, il Dott. Sergio Culiersi , consentendoci di raggiungere un risultato che consideriamo eccezionale e che rimarrà nella storia della Romagna.
L’aver superato la barriera del 30% ed esserci accreditati come primo partito a Cesena, significa che tantissimi elettori hanno apprezzato e condiviso il nostro progetto politico e le nostre battaglie per la crescita della nostra città.
Questo risultato ha un valore ancor più straordinario se si considera che l’abbiamo raggiunto da soli.
Da oggi in poi, parte un grande obiettivo: prepararsi e andare al governo della città di CESENA. La nostra campagna elettorale per le amministrative 2019 parte oggi.
Grazie a tutti!
PS
Il M5S vi aspetta stasera lunedì 5 marzo alle ore 20 nella sua sede di Via Mura Federico Comandini 22 per festeggiare questo risultato storico. Siete tutti invitati.

ringraziamento-agli-elettori

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

IL MOVIMENTO 5 STELLE DI CESENA SCALDA I MOTORI, PRONTO A GOVERNARE.

img-20171227-wa0013Siamo giunti al termine del 2017 che, come ogni anno, desideriamo concludere con un bilancio complessivo del nostro operato e condividerne ogni singola parte con tutti voi.

Durante la conferenza stampa che si è tenuta questa mattina, tra le mura della nostra sede, è emerso l’entusiasmo con cui i nostri portavoce ed esperti hanno raccontato l’intenso lavoro che li ha impegnati in Consiglio Comunale e nelle 5 Commissioni Consiliari durante questo 2017.

Come ha illustrato la capogruppo Natascia Guiduzzi, l’indubbia crescita politica del nostro Movimento qui a Cesena, dentro e fuori Palazzo Albornoz, è la degna conclusione di quell’intenso lavoro nel 2017 e il punto di partenza del 2018: i nostri sforzi ci hanno consentito di affermarci come la principale opposizione politica al Partito Democratico e ci siamo strutturati per divenire la sua valida alternativa, mantenendo sempre l’attenzione verso i cittadini, il futuro, verso il programma politico che sarà proposto nei prossimi mesi. Un impegno che ci vede crescere costantemente, affermandoci come la seconda forza politica sul territorio comunale.

La parola è passata poi a Claudio Capponcini che ha fatto un lungo riassunto dei principali argomenti di cui ci siamo occupati quest’anno. A gennaio l’anno era iniziato col M5S fuori dal Consiglio, ritirato “sull’aventino” in opposizione alla politica autoritaria del PD che aveva visto la sua massima espressione nell’affare Dionigi. Un “aventino” concluso dopo le dimissioni dell’assessore e con la conquista dell’istituzione della Commissione di Controllo e Garanzia. Capponcini si è lungamente soffermato a parlare della nostra posizione sull’ospedale, dove abbiamo sempre chiesto al Sindaco di puntualizzare con dati certi gli annunci. Per il nuovo ospedale abbiamo proposto la nascita di un policlino univeristario, in contrapposizione alla politica puramente edile del PD.

Il 2017 è stato anche un anno di cambiamenti per il Movimento di Cesena come testimonia Claudia Ceccaroni, nuova portavoce, subentrata da poco che si è presentata. Claudia ha detto che sarà suo compito portare nelle istituzioni la voce dei cittadini, la lotta al gioco d’azzardo, alle attività che chiudono e ai giovani che lasciano la nostra città e il nostro paese.

Ed è arrivato, infine, il turno del nostro coordinatore, Luigi Maccariello, il quale ha riassunto le attività e i successi che hanno caratterizzato il forte slancio socio-politico del gruppo degli attivisti senza dimenticare le proposte per il futuro. Il 27 gennaio 2017 prenderà il via a Cesena “la scuola Rousseau”. La piattaforma online del M5S lascia il mondo virtuale per tramutarsi in una scuola di politica reale, aperta agli attivisti e ai simpatizzanti.
Con lo stesso ottimismo che ha contraddistinto il 2017, non possiamo che augurarvi ed augurarci un 2018 ancora più produttivo e soddisfacente e che sia l’anno di preparazione per l’instaurazione di una nuova, efficiente, onesta e trasparente amministrazione 5 stelle: L’amministrazione che Cesena merita.
M5S

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Sopralluogo ai Gessi: sentenza sotto esame.

Dopo la quantificazione del danno, la questione Gessi è tornata oggetto della 5ª commissione, capitanata dal Movimento 5 stelle.

gessi

Ieri la cronaca, oggi i contenuti politici della vicenda “i Gessi”.
Sulla vicenda del Ristorante “I Gessi” si è scritto e detto moltissimo. I giornalisti cesenati hanno versato fiumi di inchiostro, la Commissione di Garanzia e Controllo ha ascoltato vecchi e nuovi amministratori, i dirigenti, i tecnici, i consiglieri comunali, ma il vero unico protagonista di tutta la vicenda è stato lui: Paolo Lucchi! O meglio, il Partito Democratico, che comunque a Cesena è incarnato in una unica persona: il Sindaco.
In questi anni abbiamo assistito e non lo nascondiamo, con estremo e sincero imbarazzo, allo “spettacolo” di un Sindaco che ha sempre creduto di essere al di sopra delle parti, arrogandosi il diritto di contravvenire a quanto stabilito all’interno di una convenzione con un privato, di fatto penalizzandolo e senza lasciargli altra via d’uscita se non quella della chiusura dell’esercizio, il licenziamento di 11 dipendenti e un buco economico finanziario da colmare nel peggior periodo della storia economica italiana. Tutto questo senza un ripensamento, una riflessione. Senza che fosse dato sapere quale fosse il ragionamento che c’era dietro questo agire incomprensibile.
Un po’ com’ è successo per Piazza della Libertà.
Ma con la vicenda Gessi, si è andati oltre. Si è atteso che 3 giudici in altrettanti gradi di giudizio affermassero il torto subito dal privato cittadino. Il comune, guidato sempre da lui, Paolo Lucchi, ha nel frattempo distrutto e lasciato all’incuria il proprio bene con quale obbiettivo non ci è dato di saperlo, né ci è dato sapere il perché di una tale scellerata condotta.
A questo punto la città si ritrova dopo circa dieci anni, nella stessa condizione dalla quale si è partiti. Abbiamo un rudere da riqualificare e funzionalizzare e per averlo oggi in queste condizioni abbiamo speso 1.280.000 euro oltre ai costi impliciti, distrutto un’impresa, buttato in mezzo ad una strada 11 lavoratori, litigato per 8 anni e purtroppo né la contesa né i costi si fermeranno qui .
Questa si che è buona amministrazione!
EPILOGO
A metà del colle Celincordia l’immobile guarda la città ed è visto da tutti, con le sue pareti distrutte, le finestre e le porte da rifare, con gli intonaci e i rivestimenti che non reggono ma soprattutto col buio e il silenzio che regnano all’interno. Ogni giorno che passa, diviene sempre più, l’incarnaziome, il simbolo decadente di ciò che è rimasto di questa amministrazione.

frase

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

L’ACCUSATO ACCUSA L’ACCUSATORE DI INCAPACITÀ NEL RISOLVERE IL PROBLEMA

Si è tenuta Giovedì sera la 5a Commissione convocata per far luce sulla vicenda dei Gessi.

21762658_1487737504644785_3687189376192820395_o

Ospiti gli ex amministratori Guidazzi e Andreucci (ex assessori al patrimonio ed edilizia pubblica) Frani e Bonaretti (ex dirigenti) che ringraziamo di cuore per la professionalità e il coraggio, dato il trasporto interiore che gli sviluppi meschini di questa vicenda hanno causato loro.
Molto partecipata e video registrata su richiesta del Movimento 5 Stelle la
registrazione della seduta verrà pubblicata martedì prossimo sul sito del Comune di Cesena in modo che tutti i cittadini possano prenderne visione.
Pubblico delle grandi occasioni e stampa presente hanno sancito l’importanza della commissione di ieri sera che non ha mancato di evidenziare aspetti politici inquietanti in tutta la vicenda.
Gli ex amministratori hanno risposto per esteso alle incalzanti domande di commissari ed esperti dell’ opposizione e definito con chiarezza tutte le procedure di affidamento dell’immobile (ex ristorante I Gessi) che sono apparse limpidamente conformi al dettato normativo.
È risultato evidente come la giunta guidata dall’ex-sindaco Giordano Conti abbia agito e intrapreso tutto ciò che era in suo potere per riqualificare un immobile di proprietà del Comune, abbandonato e dimenticato, e restituirgli dignità e attenzione nell’interesse collettivo.
È emerso con evidenza come i problemi siano sorti nel cambio di legislatura quando nel 2009 si è insediata la Giunta Lucchi che è risultata palesemente indifferente all’idea di riqualificazione del sito.
Infatti alla luce delle soluzioni prospettate ieri dagli ex-amministratori, facilmente percorribili, il tempo per risolvere il problema c’era, solo se ci fosse stata la volontà politica di Lucchi & C.
L’azione legale subita dal comune di Cesena da parte della società Al Monte con una richiesta danni superiore ai 4 mln di € è apparsa conseguenza diretta della totale mancanza di interesse dell’amministrazione Lucchi alla vicenda, ma sicura di avere in mano le carte vincenti per risolverla “a modo suo”.
Una giunta ieri imbarazzata accompagnata da ben 4 dirigenti, che non ha trovato argomenti (e non poteva essere che così davanti all’evidenza dei fatti e alla successione delle date) per giustificare o quantomeno spiegare una condotta che a tutti è apparsa oltre che assurda anche superficiale, visto che non si è mai trovato il modo di giungere ad un accordo con la gestione, trascinando il Comune in una causa che prospetta un risarcimento milionario a spese dei contribuenti.
Ed è rimasta colpevolmente silente in attesa della prossima audizione che la vedrà protagonista. E anche ieri sera, come capita quasi costantemente nelle commissioni, monca del suo rappresentante numero 1, che ha le responsabilità più gravi nella conduzione maldestra e costosissima della vicenda.
Anche ieri sera il sindaco era assente, dimostrando ancora una volta mancanza
assoluta di coraggio e trasparenza, poichè dare spiegazioni in pubblico di fronte ai cittadini non è cosa semplice se si hanno scheletri nell’armadio.
Movimento 5 Stelle – Cesena

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

GIOVEDÌ SI e’ Riunita LA 5a COMMISSIONE DI GARANZIA E CONTROLLO TEMA: LA CAUSA CONTRO IL COMUNE VINTA DAL RISTORANTE “I GESSI”.

La 5a commissione, convocata per giovedì 14 Settembre alle 18.30, intende chiarire le responsabilità che hanno portato la Città di Cesena ad affrontare una causa milionaria avanzata e vinta dalla proprietà del Ristorante I Gessi, a seguito della chiusura dello stesso per la mancanza di regolari autorizzazioni, che dovevano essere in carico al comune.
Pur se non ancora quantificati dalla magistratura, si prevede una richiesta danni che potrebbe anche arrivare a qualche milione di euro.

21743687_1485115694906966_1458117611540893808_o

E’ per questa ragione che la commissione intende chiarire innanzi tutto le responsabilità che hanno portato alla chiusura del ristorante e sul mancato accordo fra il comune e la proprietà, per evitare tutti i gradi di giudizio che era prevedibile andassero a sfavore del Comune di Cesena.

Nel mese di agosto è stato predisposto un fascicolo riassuntivo di oltre 200 pagine che raccoglie tutti gli atti amministrativi e i documenti che possano aiutare a far chiarezza e il 20 agosto è stato messo a disposizione di tutti i membri della commissione.

Come presidente della 5a commissione ho convocato tutti gli attori della vicenda e la seduta di giovedì, che sarà la prima, vedrà come invitati ex amministratori e tecnici impegnati in una audizione conoscitiva che faccia luce sull’operato dell’amministrazione comunale dal 2000/2009.

La commissione, pubblica ed aperta alla cittadinanza, permetterà di chiarire gli aspetti più nebulosi della vicenda visto che nessuno sembra volersi prendere la responsabilità dell’esito negativo della vicenda, a partire dal sindaco Lucchi che ha più volte dichiarato di essere estraneo alla vicenda e di volersi rifare sulla passata giunta.

Natascia Guiduzzi

Presidente 5 commissione di garanzia e controllo

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Loro non molleranno mai… noi neppure!