TUTTO CRAXI, TANGENTE PER TANGENTE

E’ di oggi la notizia che il sindaco di Milano Letizia Moratti voglia intitolare una strada o una piazza a Bettino Craxi. Rispondiamo all’iniziativa del sindaco di Milano con questo articolo di Marco Travaglio.

Al momento della morte, nel gennaio del 2000, Bettino Craxi era stato condannato in via definitiva a 10 anni per corruzione e finanziamento illecito (5 anni e 6 mesi per le tangenti Eni-Sai; 4 anni e 6 mesi per quelle della Metropolitana milanese). Altri processi furono estinti “per morte del reo”: quelli in cui aveva collezionato tre condanne in appello a 3 anni per la maxitangente Enimont (finanziamento illecito), a 5 anni e 5 mesi per le tangenti Enel (corruzione), a 5 anni e 9 mesi per il conto Protezione (bancarotta fraudolenta Banco Ambrosiano); una condanna in primo grado prescritta in appello per All Iberian; tre rinvii a giudizio per la mega-evasione fiscale sulle tangenti, per le mazzette della Milano-Serravalle e della cooperazione col Terzo Mondo.

Nella caccia al tesoro, anzi ai tesori di Craxi sparsi per il mondo tra Svizzera, Liechtenstein, Caraibi ed Estremo Oriente, il pool Mani Pulite ha accertato introiti per almeno 150 miliardi di lire, movimentati e gestiti da vari prestanome: Giallombardo, Tradati, Raggio, Vallado, Larini e il duo Gianfranco Troielli & Agostino Ruju (protagonisti di un tourbillon di conti e operazioni fra Hong Kong e Bahamas, tuttora avvolti nel mistero per le mancate risposte alle rogatorie).

Continua la lettura di TUTTO CRAXI, TANGENTE PER TANGENTE

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

TRENITALIA: Servizio impeccabile…..ma davvero?

Stamane come tutti i giorni mi accingo a leggere le notizie del giorno, come sempre scarico “Il Fatto” e mi collego ai vari siti dei quotidiani locali, nazionali e qualche estero. Rimango colpito da un articolo di “Repubblica.it” che potete leggere integralmente qui.
E’ la cronaca di un viaggio dell’Eurostar Bari-Roma e di un ragazzo portatore di un grave handicap. E’ una storia di indifferenza, di mancata solidarietà, quando proprio recentemente si è parlato tanto (forse a sproposito) di solidarietà per il loro Premier (si avete letto bene: LORO).

Questa in sintesi la storia:


Domenica 27 dicembre sale sull’eurostar Bari-Roma un ragazzo portatore di Handicap, una menomazione abbastanza grave, gli mancavano le braccia. Questo ragazzo a fatica si siede e posa la borsa a tracolla, ma all’arrivo del controllore cominciano i guai. Questo ragazzo non aveva fatto il biglietto, ma all’arrivo del controllore fa vedere i soldi. Non era un furbo o un furfante, semplicemente per motivi chiamiamoli “pratici” non era riuscito a cambiare quei soldi in un pezzo di carta che serve per viaggiare sui treni. Il controllore però applica la regola alla lettere e richiede 50 euro in più per il biglietto sul treno. Il ragazzo ha i soldi contati e quindi tra l’indifferenza generale (a parte un passeggero che ha raccontato la storia a repubblica) intervengono capotreno e poi polizia ferroviaria che oltre a far passare degli spiacevolissimi momenti al ragazzo, alla fine lo fanno scendere in quanto non era in possesso del biglietto.


Leggetevi bene l’articolo per tutti i particolari.

Bene, oggi è il 30 dicembre, manca poco alla fine dell’anno e come sempre si tirano le somme dell’anno che sta per finire e si fanno i buoni propositi (quasi sempre disattesi) per l’anno che verrà.
Bè a tutti i lettori di questo sito/blog, alle persone che erano su quel treno, ai controllori, ai capi treno e alla polizia ferroviara e a tutti i cittadini con una coscienza faccio un appello:
Nel 2010 cerchiamo di vivere ogni giorno pensando anche agli altri, ai vicini di casa, ai disperati, a quelli che il destino a chiuso le porte in faccia, a coloro che hanno bisogno di aiuto e solidarietà.
Chiudiamo in un cassetto l’indifferenza, l’odio, l’egoismo che sembra pervadere questa società, dimostriamo di essere persone con un anima e un cuore e non bestie, cerchiamo di fare una buona azione alla settimana
e magari al 31 dicembre 2010, quando tireremo le somme di fine anno potremmo dire di aver vissuto veramente un anno stupendo.
Siamo tutti cittadini di una grande comunità, il MONDO. Cerchiamo di sostenerci l’un l’altro in questa comunità.

Buon 2010 a tutti!

Marco Dallamora (detto Ossa)

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

7 Gennaio: Saviano al posto di Schifani, altrimenti arriva Grillo!

Il prossimo 7 gennaio 2010 si celebrerà a Reggio Emilia il 213° anniversario della nascita del Tricolore. Il sindaco di Reggio, Graziano Delrio, ha invitato alle celebrazioni il presidente del Senato, Renato Schifani, suscitando numerose polemiche anche da parte di suoi colleghi di partito per la presenza “non gradita” del presidente del Senato.

I consiglieri delle liste civiche a 5 stelle della provincia di Reggio, Matteo Olivieri (Reggio), Davide Valeriani (Circoscrizione Nordest), Vito Cerullo (Circoscrizione Ovest), Davide Zanichelli (Guastalla) e Claudio Pifferi (Rubiera) hanno inviato una lettera al sindaco Delrio per chiedere che, al posto di Schifani, che in recenti prese di posizioni politiche non si è dimostrato al di sopra delle parti nè tutore dei valori costituzionali, venga invitato Roberto Saviano, nominato dal consiglio comunale della precedente legislatura, cittadino onorario di Reggio Emilia e mai invitato in città.

Se il 7 gennaio sarà presente il presidente Schifani, i ragazzi della Lista Reggio 5 stelle scenderanno in piazza in una manifestazione di protesta pacifica, tutti con in mano una copia della Costituzione. Assieme a loro ci sarà anche Beppe Grillo, che verrà a chiedere al presidente Schifani perché non discute in Senato la proposta di legge per il Parlamento Pulito firmata da oltre 350.000 cittadini oltre due anni fa durante il primo V-Day.

Leggi l’articolo orginale, quì.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Nucleare, il governo dice sì alle nuove centrali

Varato in questi giorni nel totale silenzio dei media, il decreto che si occuperà di trovare territori adatti ad ospitare centrali nucleari sul territorio Italiano.  La Lista Civica Cesena 5 stelle, ribadisce il suo NO più risoluto all’installazione di centrali nucleari nel nostro paese. Esistono in questo momento, tecnologie molto più avanzate e ad impazzo 0 per la produzione di energia elettrica. Ecco la notizia riportata da Repubblica.it.

In primavera la decisione sui siti. Saranno resi noti solo dopo le elezioni regionali del 21-22 marzo prossimi. Previsti compensi a pioggia nei territori prescelti.

ROMA – Il governo ha dato via libera ai criteri per l’individuazione dei siti su cui potranno essere costruite le nuove centrali nucleari, e dei compensi da destinare ai territori che accoglieranno i nuovi impianti. Il Consiglio dei ministri ha approvato due schemi di decreti legislativi, uno sulla “localizzazione e l’esercizio di impianti di produzione di energia elettrica e nucleare, di fabbricazione del combustibile nucleare, dei sistemi di stoccaggio, nonché misure compensative e campagne informative”. L’altro sul “riassetto della normativa su ricerca e coltivazione delle risorse geotermiche”.

I siti. Dove le centrali? Si saprà a marzo. Le aree idonee a ospitare le prossime centrali nucleari italiane – che verranno rese note dopo le prossime elezioni regionali – dovranno rispondere a “uno schema di parametri di riferimento relativi a caratteristiche ambientali e tecniche”, come previsto dal decreto legislativo approvato. I siti che ospiteranno le centrali nucleari saranno “di interesse strategico nazionale” e come tali “soggetti a speciali forme di vigilanza e protezione”, si legge nella bozza di decreto legislativo.
Continua la lettura di Nucleare, il governo dice sì alle nuove centrali

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Intervento sul Bilancio del nostro Consigliere

Inserisco il testo del mio intervento sul Bilancio 2010 tenuto in Consiglio comunale il 22 Dicembre.

Natascia Guiduzzi

Ad un occhio inesperto quale è il mio, che leggo questi documenti per la prima volta, con occhio non da tecnico ma da semplice cittadina, rilevo che l’amministrazione, con la proposta di spese di questo bilancio, riesce a malapena a soddisfare le richieste della città.

Vorrei segnalare per prima cosa che i documenti che ci sono stati consegnati in queste settimane sono davvero ostici. La pubblica amministrazione dovrebbe essere tenuta a compilare documenti che chiunque possa capire.

La “pubblica” amministrazione dovrebbe essere “pubblicamente” comprensibile.

Entrando nel merito di alcune entrate e spese del Bilancio 2010 non si può non parlare della delibera relativa al Piano di Alienazioni del 2010, e cioè la vendita di beni immobiliari di proprietà comunale. Con l’approvazione di questa delibera ci viene chiesto di approvare la cessione di immobili alla società “Valore Città” che si occuperà di vendere all’asta i beni ceduti.

Fra questi spiccano:

Ex Lazzaretto sulle Mura Malatestiane – bene vincolato per interesse storico architettonico
Palazzina dei Vigili Urbani in via Cavour – immobile di grande valore della seconda metà dell’800
Casa Rossa – fabbricato colonico a Ponte Pietra

Questi beni, di rilevante importanza economica, vengono messi in vendita solo ed esclusivamente per far cassa. Noi crediamo che una amministrazione lungimirante, dovrebbe affrontare il momento di disagio dovuto alla perdita di importanti forme di finanziamento quale ad esempio l’imposta sugli immobili ICI o i tagli approntati dallo Stato, riducendo le spese, non svendendo il patrimonio.

Una Amministrazione pubblica dovrebbe avere la forza di spiegare ai propri cittadini che con meno soldi si possono fare meno cose, e che con meno risorse economiche alcuni interventi posso essere rimandati o annullati.

Continua la lettura di Intervento sul Bilancio del nostro Consigliere

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Consiglio Comunale del 22-23 dicembre 2009

Si terrà oggi alle ore 15.30 l’ultimo Consiglio Comunale dell’anno.

In questo ordine del giorno spicca come argomento più rilevante l’approvazione del Bilancio di previsione 2010 e triennale 2010-2013, il programma dei lavori pubblici 2010 e  il piano delle allienazioni 2010, cioè i beni immobili (edifici e terreni) che il Comune cede alla società pubblica “Valore Città” che si occupa di venderle all’asta.

Quì trovate l’ Ordine del giorno del 22 – 23 dicembre

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Morire di inquinamento

Vi segnalo questo video che mi è stato trasmesso da un cittadino cesenate, che denuncia lo stato di degrado e abbandono che versa una parte dell’abitato di Case Missiroli (quartiere di Cesena) dove a causa di inquinanti ambientali come traffico, elettrodotto e coperture in eternit, la popolazione sta letteralmente morendo di cancro.

Guardatelo con attenzione.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Beppe Grillo e i ragazzi di EmiliaRomagna5stelle

Il Movimento Emilia-Romagna5Stelle incontra Beppe Grillo.

Doveva svolgersi oggi 19 dicembre a Bologna la conferenza stampa di presentazione della Lista “Emilia Romagna 5 stelle”, poi rimandata a causa della forte nevicata della notte. L’evento si è trasformato in un incontro informale fra noi, i ragazzi della Lista EmiliaRomagna5stelle,  e Beppe Grillo.
Buona visione.

Adamo

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)