Interrogazione sul cantiere sequestrato del Sacro Cuore

Dopo gli interventi sulle buche nelle strade, con il Comune notevolmente in difficoltà ad intervenire e a trovare i fondi necessari per sistemarle, sul parcheggio di Piazza della Libertà, sulla sosta gratuita all’Ospedale Bufalini, su Icarus e Centro Storico e sulle rotonde incompiute di Ponte Cucco e di Bulgarnò (per i ridicoli cartelli di protesta esposti dal Sindaco e dal Presidente della Provincia) e dopo aver organizzato una interessante serata con l’Associazione PU.RI ONLUS sul tema degli “incidenti stradali : cause e effetti”, torniamo ad occuparci di sicurezza stradale e viabilità con il cantiere del Sacro Cuore, in evidente stato di abbandono, dovuto al sequestro della magistratura.

Nei giorni scorsi la gru del cantiere, alquanto fatiscente, è stata smontata e ricollocata in punto meno pericoloso, ma niente è cambiato per quel che riguarda la viabilità e la sicurezza stradale e dei pedoni in particolar modo per gli studenti e i bambini che utilizzano il vicino giardino pubblico. 

Considerando che la viabilità nelle Vie Pascoli – Verdi – Padre Vicinio da Sarsina è alquanto limitata dalla presenza di recinzioni di cantiere alquanto ingombranti, chiediamo quando e se il Comune e il Sindaco hanno intenzione di prevedere interventi di miglioramento.

Ci piacerebbe sapere lo stato del cantiere e i tempi del dissequestro, chi è responsabile della manutenzione e della sorveglianza e quali e quanti danni l’Amministrazione, stabilite le responsabilità, intenda chiedere ai responsabili di tale situazione, una vera ferita nel cuore della città.
Attendiamo risposte e interventi concreti ! In MoVimento per la Nostra Città !
A questo link il testo dell’interrogazione!
Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

I diritti dei disabili

Lui è Beppe, è paraplegico. Stamattina a Cesena si è sdraiato davanti ad un bus per protestare contro il fatto di non essere riuscito a salire.

1000202_10201016901179228_129572823_n.jpg

Dopo quasi un’ora che stava steso sull’asfalto davanti al bus, siamo riusciti a farlo tornare sulla carrozzina. Non certo per bloccare la sua legittima protesta pacifica, ma semplicemente perché con questo caldo rischiava grosso.

1001706_10201017084143802_375345264_n.jpg

Beppe mi ha cercato (siamo amici e c’eravamo incontrati casualmente mezz’ora prima della sua protesta) e io sono accorsa subito perchè non pensasse che nessuno lo avrebbe ascoltato ed anche per assicurarmi che la sua legittima protesta pacifica non lo mettesse nei guai.
Beppe ha anche chiesto di poter parlare col Sindaco che non si è visto e pare abbia rifiutato di venire.

Il grado di civiltà di una città si misura principalmente dalla qualità della vita dei disabili e fino a quando un paraplegico sarà costretto a stendersi davanti ad un bus, sull’asfalto a 40 gradi, per far valere un suo diritto, forse dovremmo vergognarci tutti. Chi amministra per primo.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

DISCARICA: PER LUCCHI SI SPENGONO I RIFLETTORI

Dopo la recente assemblea tenutasi lo scorso 23.07.2013 nel quartiere Valle Savio, presieduta dal Sindaco del Comune di Cesena Paolo Lucchi il Movimento 5 stelle di Cesena continua, ancor più convintamente, la sua azione di sensibilizzazione sul tema dei rifiuti.

Durante la serata, nonostante i nostri numerosi interventi dettagliati e tecnici relativi alla problematica della discarica della Busca (nocività dei metalli pesanti e del percolato), con la richiesta esplicita di fornire le reali motivazione che hanno visto la chiusura della stessa discarica, che hanno suscitato gli applausi nonché l’ammirazione dei cittadini per il lavoro svolto, il M5S di Cesena ha ottenuto da questa amministrazione solo risposte generiche e piene di retorica, amministrazione sorda ad ogni richiesta di chiarimento in merito alla questione.

Ogni domanda posta è stata prontamente sviata adducendo quali motivazioni la giovane età di coloro che ponevano le domande (ma cosa c’entra?) che “non potevano conoscere le vicende che hanno portato all’apertura della discarica” o la circostanza che allo stato attuale non risultano essere presenti in discarica residui di metalli pesanti e sostanze altamente nocive per la popolazione, nonostante ciò sia palesemente dichiarato nella relazione relativa al piano di ampliamento redatta dalla società Hera.

Questo è l’ennesimo episodio in cui questa amministrazione cerca inutilmente di sviare l’attenzione dai reali problemi che la discarica della Busca arreca ai cittadini cesenati.

Il M5S di Cesena ha dichiarato battaglia e non smetterà mai di chiedere al Sindaco e a chi è di dovere, attraverso tutti i mezzi istituzionalmente consentiti, di dare risposte chiare e certe sulla questione, a tutela e garanzia del diritto alla salute di tutta la collettività, così come costituzionalmente garantito, e una politica volta al recupero e al riutilizzo dei materiali, dove il conferimento del rifiuto in discarica sia adottato solo in casi estremi e dopo che il materiale conferito abbia avuto una lunga vita produttiva.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Il Movimento 5 stelle di Cesena e la stampa di regime.

Il sempre maggior interesse e attenzione che le proposte e il programma del Movimento 5 stelle stanno ottenendo in Italia e nel mondo, come in Emilia Romagna e a Cesena, sta suscitando reazioni anche rabbiose da parte di chi preferisce che tutto rimanga come prima.

I partiti che hanno portato l’Italia in rovina, continuano a governare proponendo cattiva politica, decisioni incomprensibili e sprechi, pur di lasciare inalterati i privilegi della casta e dei soliti “amici”, a partire dai 14 miliardi per i bombardieri F35, per arrivare alle pensioni d’oro o alle grandi opere inutili come l’Expo 2015 e la TAV in Val di Susa.

In Emilia Romagna e a Cesena l’occupazione politica di ogni carica e poltrona da parte del PD e dei suoi alleati è totale e senza eccezioni. Facendo ben attenzione a non affidare incarichi a chi ha curriculum e percorsi professionali qualificati o atteggiamenti indipendenti, fa carriera e ottiene “poltrone” solo chi ha la tessera del PD o al PD si genuflette, dalle fondazioni Continua la lettura di Il Movimento 5 stelle di Cesena e la stampa di regime.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

DISCARICA DELLA BUSCA : DA TRASPARENZA E SICUREZZA 0 A RIFUTI 0

Torniamo a occuparci di rifiuti, e ancora una volta lo facciamo rimarcando le nostre forti perplessità sulla gestione dei rifiuti a Cesena da parte di Hera e della Giunta del Sindaco Lucchi, e in particolare sulla discarica Rio della Busca.

Perplessità che nascono prima ancora che essa fosse nata, quando i cittadini dei quartieri Borello e ValleSavio raccoglievano firme per opporsi alla costruzione, dopo la consulenza con geologi indipendenti. Tale consulenza infatti mostrava come l’ubicazione della discarica non fosse adeguata, al contrario di quanto descritto dalla analisi di HERAmbiente (cap.c.1.1 Valutazione di Impatto Ambientale), per la presenza di processi di erosione quali calanchi e carsismo superficiale del rio busca e, non da meno, la vasta rete di cunicoli residui della vecchia miniera di zolfo nella valle limitrofa.

Perplessità che ad oggi proseguono sul reale motivo di chiusura della stessa, si hanno infatti ben 3 versioni:

  • la prima riguarda l’avvenuto riempimento e l’attesa di un eventuale abbassamento per continuare poi a riempirla ed estenderla.
  • La seconda riguarda la fine della concessione (chiusa per 2013 e 2014)
  • la terza riguarda l’uscita imprevista di percolato.

Quest’ultima per noi la più grave in quanto Hera ha dimostrato dalla fuoriuscita di percolato di non riuscire a gestire come da suo progetto l’impermeabilizzazione del fondo discarica (riportiamo alla consulenza del geologo) e comunque la sua gestione.

Continua la lettura di DISCARICA DELLA BUSCA : DA TRASPARENZA E SICUREZZA 0 A RIFUTI 0

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Il MoVimento 5 Stelle di Cesena, non smette la sua azione propositiva e continua con passione a portare avanti tante battaglie a favore della cittadinanza.

Torniamo quindi ad occuparci di acqua e di Ambiente. Partendo dal presupposto inderogabile che l’acqua è un bene comune come sancito dalla vittoria nei referendum del 12 – 13 giugno 2011, ancora lunga sembra la strada per imporre efficacemente questo risultato sul territorio Comunale di Cesena. Questa battaglia, fondamentale per il MoVimento, nell’ultimo periodo si è ampliata, entrando anche nel merito della qualità dell’acqua. Per questo è stata presentata una Interrogazione a risposta scritta all’Amministrazione Comunale, sui pericolosi tubi in cemento amianto (eternit) che ancora trasportano per ben 43 chilometri l’acqua nelle nostre case. Problema davvero serio e per questo attendiamo un riscontro positivo a breve dal Sindaco. (vedi allegato)

Oltre all’acqua altra Stella del MoVimento a Cesena è quelle dell’ambiente. Per questo abbiamo anche interrogato l’Amministrazione Comunale sulla Legge n° 113 del 29 gennaio 1992, modificata con legge n° 10 del 14 gennaio 2013, che prevede la piantumazione di una albero per ogni nuovo bambino nato o adottato nel Comune (obbligatorio nei Comuni con più di 15000 abitanti come Cesena). La richiesta riguarda, oltre il numero delle piante e il luogo in cui sono state collocate, anche il tipo di piante, considerando che studi recenti hanno dimostrato la maggiore efficacia di alcune essenze nella battaglia contro le temibili polveri sottili PM10 che inquinano la nostra aria. (vedi allegato)

Entrambe le interrogazioni sono state presentate ieri.

Sempre dalla parte dei cittadini !

MoVimento 5 Stelle Cesena

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

IL MOVIMENTO 5 STELLE DI CESENA E L’AREA VASTA

Chi vuole l’Area Vasta in Romagna, ossia l’unificazione sotto un’unica Direzione Generale delle 4 ASL di Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini? L’Area Vasta è un progetto nato nell’Assessorato Regionale alle Politiche per la Salute e di cui certamente i cittadini romagnoli non hanno mai fatto richiesta.
Le “Politiche per la Salute” è il più importante assessorato della Regione che amministra oltre 7 miliardi di Euro all’anno ed è da sempre in mano al centro sinistra, che deciderà chi sarà il Direttore Generale, affinché agisca nell’interesse e per conto del PD, secondo lo schema che tutti ben conosciamo, a Cesena come in tutta la Regione o nell’interesse dei malati? Ci dica Signor Sindaco Lucchi qual’è il motivo per cui è così importante e urgente realizzare l’Area Vasta Romagna?
Perché c’è così fretta di realizzare l’Area Vasta in Romagna? Difficile trovare spiegazioni, visto che questa unificazione si applica solo in Romagna e non in Emilia, dove ad esempio Imola è un’Asl separata da Bologna oppure nelle Marche, dove prima si sono unificate 4 ASL e poi si è tornati indietro abbandonando il progetto dell’Asl unica.
Signor Sindaco Lucchi, lei che é così entusiasta di questo progetto, al punto da scomodare a Cesena parlamentari, sindacalisti e chi più ne ha più ne metta, riesce a spiegarci quali sono gli studi epidemiologi e di settore alla base di questa scelta che i cittadini di Cesena e della Romagna si trovano sulle spalle?

A che scopo si vuole realizzare l’Area Vasta? Ci viene venduto che l’Area Vasta si fa per ottenere risparmi economici grazie alle economie di scala. È giunto il Continua la lettura di IL MOVIMENTO 5 STELLE DI CESENA E L’AREA VASTA

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)