AUTOSTRADA ORTE – MESTRE (E45 – E55) : NOI DICIAMO NO !

orte-mestreTorna prepotentemente di attualità il progetto di ammodernamento della E45 / E55, approvato nella seduta dell’8 novembre 2013 dal CIPE (Comitato Interministeriale per la programmazione economica) e che rientra nell’elenco delle infrastrutture strategiche, in conformità a quanto previsto dalla «legge obiettivo» e automaticamente inserita nel Piano Generale dei Trasporti e della Logistica (PGTL).

L’autostrada Orte-Mestre costituisce una delle opere più grandi e impattanti previste nella «legge obiettivo», ma come confermato dalla Commissione europea, il corridoio autostradale Civitavecchia-Orte–Mestre non è ricompreso tra i corridoi infrastrutturali e intermodali considerati strategici per lo sviluppo delle vie di comunicazione in Europa.

Come noto, il soggetto promotore del progetto autostradale risulta essere, insieme ad ANAS S.p.A., una cordata di imprese e di banche capeggiata dalla Società GEFIP Holding, di proprietà dell’europarlamentare Vito Bonsignore (coinvolto nella Tangentopoli di vent’anni fa e con una lunga sfilza di procedimenti giudiziari a suo carico) che ora diventa il principale artefice del rilancio della mega opera con la benedizione del Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi, ovviamente desideroso di legare il suo nome ad un’opera destinata a restare nella storia d’Italia, dimostrando che il governo delle larghe intese (prima LETTA e ora RENZI) non solo è vivo e vegeto, ma quando si tratta di affari con nove zeri si mostra molto attivo.

Tale infrastruttura, verrà realizzata quindi integralmente in regime di project financing con un investimento complessivo stimato in quasi 10 miliardi di euro, circa 2 miliardi e 600 milioni in più di quelli inizialmente preventivati dal CIPE e sarà affidata in concessione per 50 anni. La società che si aggiudicherà l’appalto e la concessione dell’opera potrà inoltre beneficiare della prima applicazione della legge per la defiscalizzazione delle opere di project financing, con un credito di imposta, quantificabile in circa 2 miliardi di euro, riconosciuto su Ires, Irap e Iva e valido per 15-20 anni. I rimanenti 8 miliardi di euro necessari per realizzare l’opera dovrebbero essere anticipati dalla stessa società privata utilizzando il sistema di project financing e di project bond, fatto salvo il sostegno pubblico, qualora le condizioni pattuite in sede di convenzione sulla base del Piano economico e finanziario dovessero venire meno (ad esempio livelli di traffico insufficienti).

L’opera prevede la realizzazione ex novo di una autostrada a quattro corsie nel tratto Ravenna-Mestre e l’adeguamento della superstrada E-45, per un percorso complessivo di 396 chilometri, con139 chilometri di ponti e viadotti, 64 chilometri di gallerie, 20 cavalcavia, 226 sottovia, 83 svincoli 2 barriere di esazione e 15 aeree di servizio, attraversando Lazio, Umbria, Toscana, Romagna e Veneto, interessando 11 province e 48 Comuni. Il tracciato della nuova autostrada interferisce con importanti zone di interesse storico, paesaggistico ed ambientale come, per esempio, il Parco delle Foreste Casentinesi, la Valle del Tevere, il Delta del Po, le Valli del Mezzano, la Laguna di Venezia, la zona archeologica nei dintorni di Lova, la Riviera del Brenta. Solo nel tratto Romagnolo-Veneto il consumo suolo sarebbe stimato in 3.300.000 mq di terreno, per la quasi totalità agricolo ed il tracciato autostradale andrebbe ad interessare 11.000 ettari di siti di interesse Comunitario, 5800 zone a Protezione Speciale, e 8300 ha di parchi regionali.

logo_movimento_10x10La strada statale 309 Romea, è stata classificata, come riportato dai rilevamenti statistici dell’ACI e dell’ISTAT, come una delle strade più pericolose di Italia, come numero di incidenti stradali per chilometro e al numero di decessi per incidente. Governo, Regione Veneto e ANAS S.p.A. hanno demandato la risoluzione del problema legato all’insicurezza dell’arteria SS 309, alla realizzazione della nuova autostrada Orte-Mestre, parallela all’attuale Romea commerciale, ma il progetto preliminare approvato dal CIPE non contiene alcun provvedimento significativo diretto alla riqualificazione messa in sicurezza della SS 309 Romea, come scarsi sembrano i fondi per la manutenzione della E45 esistente, il cui stato di degrado e perenne presenza di cantieri è tristemente nota a tutti i cittadini.

A fronte delle gravi ripercussioni che la realizzazione della nuova autostrada comporterebbe in termini di consumo di suolo, aumento dell’inquinamento atmosferico ed acustico, aumento del rischio idrogeologico, danni al settore agricolo e turistico, riversamento di traffico sulla viabilità locale e sulle vecchie arterie statali (non a pagamento), per noi del MoVimento 5 Stelle il ritiro del progetto preliminare è l’unica soluzione.

Chiediamo che siano assunte iniziative per avviare, in tempi rapidi, un programma di interventi urgente per la messa in sicurezza del tracciato dell’attuale E45 e della SS 309 Romea, finalizzato alla riqualificazione e al potenziamento delle infrastrutture esistenti, al fine di migliorare la viabilità e la sicurezza sull’arteria. Di aprire un tavolo di confronto con tutte le amministrazioni locali interessate dal tracciato, le associazioni di categoria, le forze sindacali, le associazioni e i comitati ambientalisti, al fine di raccogliere le loro istanze ed individuare alternative più sostenibili dal punto di vista ambientale ed economico, sia sul breve che sul medio periodo.

Noi chiediamo con forza a tutti i cittadini Romagnoli (Veneti, Toscani, Umbri e Laziali) di non permettere la realizzazione di questa OPERA e di gridare con forza il proprio sdegno. E’ pura follia !

Se non ti occupi di politica, la politica si occuperà di te !

MoVimento 5 Stelle Romagna

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Presentazione del Bilancio di Previsione 2014, CARTA BIANCA non BASTA!

logo_movimento_10x10In questi giorni il Sindaco e la Giunta stanno presentando alla cittadinanza il Bilancio di Previsione 2014, che verrà presentato nel Consiglio Comunale del 3 luglio 2014 per essere approvato definitivamente in quello previsto il 31 luglio 2014.

L’intenzione comunicata è quella di coinvolgere partiti e movimenti politici, comitati, associazioni, sindacati, imprese, cittadini e chiunque voglia portare il proprio contributo costruttivo al Bilancio Comunale, mediante la modalità CARTA BIANCA presso la biblioteca Malatestiana nella giornata di sabato 28 giugno 2014.

Noi del MoVimento 5 Stelle Cesena apprezziamo l’intenzione all’origine di tale iniziativa. Al tempo stesso la valutiamo insufficiente a raccogliere e dissipare tutte le eventuali richieste di chiarimento e far pervenire tutte le proposte di modifica. Siamo consapevoli che i ritardi con cui il Bilancio di Previsione 2014 è stato presentato (praticamente a luglio 2014) non concedono molto spazio alla discussione e al confronto, ma questa non può limitare le possibilità di incontro con la cittadinanza.

Quindi considerando che, per Noi del MoVimento 5 Stelle Cesena, la sede più opportuna per le discussioni di argomenti così importanti sia il Consiglio Comunale, casa di tutti i Cesenati, abbiamo chiesto la convocazione di un Consiglio Comunale a SEDUTA APERTA, ai sensi dell’art. 64 del Regolamento del Consiglio Comunale, che consenta la partecipazione di quanti più soggetti e cittadini possibile e da svolgere nelle prime settimane del mese di Luglio.

A questo scopo abbiamo presentato la richiesta ufficiale al Presidente del Consiglio Comunale augurandoci che sia accolta positivamente, convinti che in questo modo si possa ottenere una più ampia partecipazione di idee e passione.

Sempre dalla parte dei Cittadini !
Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle Cesena

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Cesena ha bisogno del tuo impegno e della tua attenzione quotidiana

Ti aspettiamo ai nostri incontri per lavorare insieme e in armonia per un presente e futuro migliori per la nostra splendida città e per la Romagna.

logo_movimento_10x10

Dopo le elezioni del 25 maggio per Cesena può iniziare una fase nuova e di cambiamento, annunciata da tutti i candidati, richiesta da tanti elettori e indispensabile per il futuro della città.
È necessario un diverso modello di far politica, capace di ascoltare i cittadini e i loro bisogni, e capace di fermare il declino economico e culturale della Romagna, stabilendo priorità diverse dalle grandi opere volute dai potenti e fonte di corruzione, sprechi enormi e distruzione del territorio.
In questi primi giorni i partiti tradizionali presenti nel Consiglio Comunale di Cesena hanno già espresso e dimostrato la volontà di continuare a percorrere le loro strade abituali. Si sono spartiti allegramente gli incarichi, attenti solo ai propri interessi e indifferenti versi i cittadini, le necessità delle famiglie e delle imprese locali, incuranti delle capacità, delle competenze e del futuro dei giovani.

Sei stanco di questo modo di fare politica, che sta sperperando i nostri soldi e derubandoci delle nostre ricchezze migliori e del nostro futuro?  Vuoi far sentire la tua voce ed essere ascoltato?

Allora vuol dire che sei pronto per la democrazia realmente partecipata dal basso e anche tu vuoi fare la tua parte per il bene Comune di tutti! Mettiti anche tu in MoVimento!

Ti aspettiamo per la nostra riunione settimanale tutti i martedì di giugno e luglio alle 20,45 in via Isei 4 (poco lontano dal Teatro Bonci e da Piazza della Libertà).
Vieni a collaborare con gli attivisti del MoVimento 5 Stelle di Cesena. Saremo felici di ascoltare e condividere le tue idee ed opinioni, e decidere quali azioni concrete realizzare per il bene della città.

ARGOMENTI DELLA SERATA DI MARTEDI’ 17 GIUGNO:

1) Breve resoconto del primo consiglio comunale ( a cura dei Consiglieri e di chi era tra il pubblico) e proposte per la condivisione con tutti i cittadini di ciò che accade in Consiglio comunale 30 minuti
2) Discussione sulle linee strategiche, organizzative e comunicative più efficaci per riuscire a incidere in tempi rapidi in Consiglio Comunale e nella città. Il Sindaco ha già annunciato la prossima approvazione del Bilancio Comunale incentrato sulle grandi opere, che assorbirà gran parte dei mezzi economici disponibili. Come possiamo portare al centro del dibattito in città le linee programmatiche del Sindaco e il relativo bilancio e contrapporre un piano differente per il rilancio di Cesena? 30-40 minuti al massimo
3) Il MoVimento 5 Stelle propone scelte innovative che utilizzano le importanti risorse disponibili nel Bilancio Comunale a favore della città e non dei soliti interessi e di pochi potenti. Per le piccole imprese locali, l’occupazione giovanile, la valorizzazione dell’agricoltura e dell’alimentazione biologica e di qualità, l’eccezionale patrimonio archeologico artistico e culturale, un piano comunale per le energie rinnovabili, il risparmio energetico, le ristrutturazioni degli edifici pubblici e privati e tanto altro ancora. Su quali priorità decidiamo di impegnare le nostre energie e quali iniziative efficaci e in grado di far sentire le nostre proposte ai Cesenati possiamo realizzare a breve termine? 30-40 minuti
4) A partire da questa riunione si formeranno e inizieranno la loro attività i Gruppi di Lavoro Tematici, che ricalcano i temi delle 4 principali commissioni comunali. Chi ne fa parte indicherà le sue proposte dei principali obiettivi di ogni gruppo e gli argomenti su cui incentrare l’attività, gli orari delle riunioni, e ogni altra utile indicazione. Segue discussione. 15-20 minuti
5) Iniziative a breve sul territorio a partire dalla Festa di San Giovanni con banchetti, materiale informativo da predisporre, …. 15-20 minuti
6) Organizzazione e periodica presenza dei consiglieri e degli attivisti nei quartieri e tra i cittadini
7) Altre iniziative da predisporre (gioco d’azzardo, …)
8) Varie ed eventuali

Data l’importanza e la quantità degli argomenti si raccomanda la massima puntualità

Damiana Mirto, Coordinatore del Gruppo Consiliare del M5S di Cesena

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Intervento al Consiglio Comunale del 12/06/2014

Questo è il testo scritto dell’intervento svolto da Natascia Guiduzzi del Movimento 5 Stelle nel Consiglio Comunale di Cesena giovedì 12 giugno, in risposta al discorso programmatico del Sindaco PD Paolo Lucchi.

Intervento M5S 12/06/2014

La registrazione audio e video di tutto il Consiglio Comunale del 12 giugno si può trovare su youtube.com/user/cesenawebtv/videos

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)