Tavola Rotonda su Piazza della Libertà: il silenzio di Lucchi

Si è svolta ieri sera, in una sala gremita di cittadini, una tavola rotonda sul futuro di Piazza della Libertà a Cesena.
Presenti tutte le associazioni di categoria della città, il comitato dei residenti e dei commercianti del centro storico e tutte le forze politiche, ad eccezione del PD. Era presente anche il Sindaco Lucchi, con gli assessori Dionigi e Miserocchi, in qualità di “uditore” non parlante.

Durante gli interventi riservati ai gruppi Consiliari abbiamo espresso il nostro dissenso per come l’amministrazione con arroganza e poca trasparenza sta portando avanti tutti gli investimenti più importanti nel nostro Comune.

Siamo contrari, fortemente, a questo metodo impositivo e poco condiviso con cui vengono prese decisioni importanti per il nostro futuro, dove vengono stanziate ingenti somme per opere di dubbia priorità.La Piazza della Libertà è un ennesimo esempio di come si gestiscono le cose nel “regno di Paolo Lucchi”, con continui voti di fiducia di una maggioranza che non si è degnata nemmeno di presentarsi ieri sera per partecipare al confronto!
Noi chiediamo che il progetto venga fermato, che vengano ridiscusse tutte le problematiche annesse e che si coinvolgano le migliori risorse della Città per un diverso Piano d’azione sul centro storico.

Non possiamo accettare che venga stanziata una somma di oltre 3 milioni per ripavimentare una Piazza in un periodo in cui sono prioritarie la disoccupazione, soprattutto giovanile, o le persone che perdono la casa. Ma più semplicemente si potrebbero stanziare quelle risorse per migliorare l’attrattività del centro storico e favorire l’insediamento commerciale di nuove attività.
Non vogliamo rivivere ciò che abbiamo già subito con MacFrut, con il Foro Annonario, con la Via Cesare Battisti.

Il silenzio del Sindaco ieri sera, che ha assistito senza commentare ad una straordinaria serata di partecipazione cittadina, è indicativo del suo concetto di partecipazione.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Je suis Charlie

Il Consiglio Comunale e i giornalisti di Cesena invitano caldamente tutti i cittadini, sia in associazione sia singolarmente, a ritrovarsi in piazza del Popolo, sabato 10 gennaio, alle ore 17, per lanciare un segnale forte in risposta al vile e feroce attacco alla redazione del giornale satirico “Charlie Hebdo”, a Parigi. La manifestazione vuole essere un modo per condannare tutti assieme l’attentato, esprimere vicinanza alle vittime e ai loro cari e riaffermare con forza il valore della libertà di pensiero ed espressione, al di là delle appartenenze politiche e di ogni diversità. Chi parteciperà è invitato a portare con sé una matita ed una candela, quale gesto simbolico di partecipazione alla mobilitazione e condivisione del dolore di chi è stato colpito e dell’intero mondo civile e democratico. Sarà dato spazio a letture e riflessioni su quanto è accaduto e sui temi della libertà e della tolleranza.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Bonus TASI Cesena: dopo gli 80 euro di Renzi, i 50 di Lucchi

Dopo gli 80 euro di Renzi ecco la promessa dei 50 euro di Lucchi che copia dal premier lo stile da abile prestigiatore: con una mano toglie con tasse esose e con l’altra restituisce le briciole.

Il 22 Dicembre scorso, in pieno Consiglio Comunale sull’approvazione del Bilancio, dopo nostra sollecitazione su quanto e con quali modalità verrà restituito della TASI, e sopratutto quando, il Vice Sindaco Carlo Battistini ci rispose che “dalla TASI finora sono entrati 4,7 milioni di Euro, una cifra inferiore a quanto stimato che non consente di prevedere alcuna restituzione”, contraddicendo se stesso che affermava invece, il 20 Novembre scorso, che l’extragettito causato dalla mancata detrazione ISEE sarebbe stato restituito. La nota inviata ai Consiglieri e alla stampa diceva infatti “Confermiamo la volontà di restituire l’eventuale maggior incasso, ma fino al 16 dicembre non è possibile quantificarlo“.

Ieri, in una nuova nota, il Sindaco ci fa sapere di aver trovato 1,6 milioni di Euro di extragettito sulla TASI. E che questo extragettito verrà restituito con € 50 di sconto per tutte le 30.500 famiglie che devono pagare questo balzello.

Avevamo contestato duramente in Commissione Bilancio il metodo scelto di utilizzare aliquote massime con detrazioni ISEE. Si erano usati oltre 60 scaglioni da 500€ l’uno di reddito, con una detrazione a scaglione di 6€ (sei euro!!). Dicemmo che molti avrebbero evitato di perdere ore per seguire un iter burocratico complicato per una detrazione cosi. Per questo motivo in fase di approvazione del Bilancio 2014 a luglio, avevamo presentato un emendamento che riducesse l’aliquota TASI dal 3,3 al 2,5, senza prevedere detrazioni. Il PD che governa in maniera arrogante il sistema di tassazione locale, aveva respinto il nostro emendamento.

Siamo stati facili profeti, purtroppo. Consideriamo il metodo di detrazioni ISEE iniquo, altro che equo, perchè premia chi spende (magari indebitandosi) e svantaggia chi risparmia.
Ora, nel giro di 10 giorni saltano fuori 1,6 milioni di Euro.

Sconcertante la lettera del Sindaco che annuncia come le detrazioni non richieste verranno restituite a pioggia su tutte le famiglie (anche quelle che la detrazione l’hanno già goduta) con un bonus UNA TANTUM di 50 euro cadauna. Iniquo il metodo di applicazione della TASI ancora più iniquo il metodo di restituzione. Sconcertante come la frequente dichiarazione propinataci dall’amministrazione che ha scelto di non far pagare la TASI a chi è in affitto ma la fa pagare a chi è proprietario di una casa sulla quale spesso paga un mutuo molto più alto degli affitti in circolazione.

Ma c’è un altro punto che va affrontato: un metodo di conteggio della TASI che si preannunciava sbagliato, ed ha dimostrato di esserlo, continua a venir applicato anche nel 2015 con correzioni non sostanziali. Ma come è possibile? Non abbiamo sentito parlare continuamente di bilanci equi e solidali? Dov’è l’equità? Solidali con chi? Con le casse gonfie del Comune?

Qui due sono le questioni: o ci troviamo di fronte ad una gestione superficiale, fatta da persone che conoscono poco i loro conti e che non sanno quanti soldi (nostri) stanno gestendo, o ci troviamo di fronte a bugie che poi maldestramente cercano di essere coperte con toppe che spesso sono peggiori del danno iniziale.

In entrambi i casi noi rivendichiamo con orgoglio la nostra scelta di NON avallare il bilancio 2015 costruito in questa maniera (ne abbiamo chiesto il ritiro e la ridefinizione totale dello stesso).

Noi NON ci fidiamo di questa amministrazione superficiale e spendacciona, che realizza investimenti su spese presunte e nessun progetto ma entrate certe ed esose per le famiglie!

Gruppo consiliare Movimento 5 stelle

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Un 2015 a 5 Stelle per Cesena

Il 2014 è stato un anno duro, impegnativo. Un anno che ha visto il gruppo Movimento 5 Stelle di Cesena affrontare situazioni organizzative e politiche importanti:

  • due campagne elettorali, con un buon risultato,
  • le dimissioni di due consiglieri comunali,
  • il cambio della sede,
  • il tentativo di darsi una struttura interna,
  • la sincronizzazione con il lavoro dei consiglieri sempre più complesso ed impegnativo.

Il Movimento 5 Stelle è formato da persone motivate che sostengono un’idea nuova e rivoluzionaria del sistema sociale e politico basato sulle cose da fare per i cittadini e non per se stessi; un’idea semplice ma per questo dirompente e pesantissima.

Il M5S è un banco di prova duro; un’idea continua e stimolante che mette in gioco molto di se stessi. Ma proprio perché semplice e multiforme allo stesso tempo quest’idea affascina e accomuna; sempre più cittadini si interessano ai concetti e programmi perseguiti dal M5S e a Cesena sempre più spesso succede che persone che non conoscevi ti si avvicinano e ti sussurrano: “Continuate cosi, tifo per voi…non lo posso dire in giro perché qui sono tutti del PD!”.

E noi continuiamo; non ci fermiamo e non ci fermeremo.

Così per strada con i cittadini, attraverso i banchetti e i volantini per scambiare idee e opinioni con la gente, organizzando conferenze ed incontri di approfondimento; così in Consiglio Comunale per lottare contro l’egemonia del Molock Partito Democratico e far entrare i cittadini, le persone dentro (anche fisicamente) al Palazzo Comunale, per dimostrare che noi promettiamo solo quello che si può realizzare e proponiamo progetti e programmi che servono alla comunità cesenate.

Non ci fermeremo nemmeno davanti al muro di gomma di questa maggioranza sorda a quasi tutte le proposte delle opposizioni che si comporta come se il Comune fosse casa loro, con distacco e spesso con superbia e vorrebbero trattarci come ospiti poco graditi. Cesena merita una amministrazione che dialoghi con la città, che ne rilanci la straordinaria vocazione culturale, storica e agricola.
Col nostro lavoro dentro le mura del palazzo ci siamo guadagnati già il loro rispetto con la forza delle nostre idee; guadagneremo anche i nostri programmi quando i cittadini ci accompagneranno convinti nelle nostre azioni.

QUELLA E’ CASA NOSTRA! IL COMUNE E’ CASA NOSTRA COSI’ COME E’ LA CASA DI TUTTI I CESENATI!

E chi non lo capisce e, con i suoi atteggiamenti e comportamenti, cerca di affossare il sogno del Movimento 5 Stelle è solo una spalla su cui il PD costruisce la sua egemonia!

Il Movimento 5 Stelle si oppone alle scelte che stanno portando Cesena al declino e all’impoverimento. Ma siamo sempre pronti al dialogo costruttivo con chi ha proposte per il bene della nostra Città e dimostra di avere interesse e disponibilità ad ascoltarci.

Partendo da questo punto fermo sarà impostata l’attività del prossimo anno.

Non ci soffermeremo a commentare futili divergenze di opinione, ma lavoreremo per combattere con progetti sostenibili l’aumento esponenziale delle famiglie povere, gli sfratti esecutivi, la disoccupazione giovanile e adulta, le difficoltà di tante piccole imprese.

Il Movimento 5 Stelle propone grandi cambiamenti con programmi realizzabili a favore di tutti, invece del pavimento d’oro di Piazza della Libertà, il quartiere di cemento Nuovo Novello, il falso progetto sicurezza, il decadimento dell’edilizia scolastica e del nostro ospedale; e raccoglieremo le proposte dei cittadini della gente su altre priorità come quartieri, viabilità, centro storico, ecc…

Il 2015 si annuncia un anno molto importante dove puntare a realizzare importanti iniziative per Cesena. E’ questo il momento di compattarci e partire con forza, entusiasmo e passione.

NOI CI SIAMO e vogliamo far sentire la voce del Movimento. Partecipa anche tu con il tuo entusiasmo e le tue idee.

Buon 2015 a tutti, di cuore!
I portavoce del M5S nel Consiglio Comunale di Cesena

Per contatti:
Pagina Facebook: Movimento 5 stelle Cesena
Sito: www.cesena5stelle.org
E-mail: info@cesena5stelle.org

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)