Consiglio delle Minoranze ottenuto!

E’ con grande soddisfazione che vi comunichiamo di aver ottenuto la convocazione del primo Consiglio Comunale delle minoranze a Cesena. Da qualche settimana eravamo portavoci, assieme agli altri gruppi di minoranza Libera Cesena e Cesena Siamo Noi, della richiesta di un Consiglio Comunale delle Minoranze, cioè gestito completamente dai gruppi di minoranza, nel quale poter affrontare i problemi che ci appaiono più urgenti per la città e poterli proporre come vere e proprie delibere (cioè proposte di legge comunale) e non solo come mozioni (richieste) o ordini del giorno (linee di indirizzo politico).

Questa forma di Consiglio Comunale è prevista nel Regolamento del Consiglio Comunale del Comune di Cesena all’articolo 65 che recita:

ART. 65 – SEDUTE PROMOSSE DALLA MINORANZA
1. Il Presidente del Consiglio comunale, su richiesta di almeno due capigruppo di minoranza, convoca, di norma una volta all’anno, sentita la Conferenza dei Capigruppo, la seduta di Consiglio dedicata ai temi proposti dalla minoranza.
2. L’ordine del giorno di tale seduta è formato da interpellanze, proposte di deliberazioni, mozioni e ordini del giorno presentati dai gruppi consiliari di minoranza, contestualmente alla richiesta di convocazione del Consiglio.

Il 3 marzo siamo stati fra i sottoscrittori della richiesta presentata al Presidente del Consiglio e agli altri capogruppo. Di qualche giorno fa la risposta del presidente del consiglio Simone Zignani di cui alleghiamo uno stralcio.

“Saluto positivamente la vostra richiesta di prevedere una seduta del Consiglio Comunale promossa dalle minoranze, così come previsto dal nostro regolamento, all’art.65.
Si tratterà di una “prima”, considerato che non mi risultano esperienze di questo tipo nemmeno nelle precedenti consiliature.
Per questo vi comunico la mia piena disponibilità nel provvedere ad un’organizzazione in grado di far emergere gli argomenti che desidererete trattare nel pieno rispetto del nostro regolamento…”

Tanti i temi che abbiamo sul tavolo e che dal nostro programma andremo a proporre come Movimento 5 stelle:
• sviluppo sostenibile del territorio, legata ad una mozione che riguardi il quartiere Novello e gli oneri di urbanizzazione;
• raccolta dei rifiuti, legata al rapporto con Hera e con un occhio attento a quello che sta succedendo in Atersir;
• Istituzione della Commissione di garanzia e controllo,
• Tutela del territorio, con una delibera sul torrente Cesuola, senza perdere l’attenzione al Regolamento sul dissesto idrogeologico che, come deciso nel consiglio in cui fu approvato, prevedeva una “revisione” dopo 6 mesi.
• Ad ultimo il progetto al quale stiamo lavorando per favorire l’occupazione giovanile che abbiamo chiamato “1000 euro per 1000 giovani”.
• E tanto altro ancora

Siamo certi che lo sviluppo di tutti questi temi non sarà possibile in un’unica seduta del Consiglio delle minoranze e per questo motivo abbiamo già chiesto che sia prevista una seconda convocazione il giorno successivo.

Auspichiamo che il clima di dialogo e confronto che si sta sviluppando all’interno del Consiglio Comunale porti a scelte condivise che possano dare risultati concreti per i cittadini.
Invitiamo tutti coloro che avessero proposte o idee a scriverci all’indirizzo info@cesena5stelle.org e a comunicarci le criticità ancora non affrontate affichè possiamo svolgere al meglio il nostro ruolo di portavoci della città.

Gruppo comunicazione
Movimento 5 stelle Cesena
Tel. 348 8243150

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Insediata la nuova commissione Busca

Si è insediata ieri sera la nuova commissione Busca che ha il compito di “definire la priorità delle opere di carattere ambientale da realizzarsi nei rispettivi quartieri (Valle Savio e Borello) da finanziare con le quote di tariffa espressamente accantonate” da Hera all’atto di conferimento dei rifiuti in discarica. Per specificare meglio, si tratta di una convenzione stipulata fra il Comune ed Hera nel quale la seconda si impegnava a costituire un fondo per i disagi causati dalla discarica, e da investire nei 2 quartieri interessati, che negli anni è arrivato a superare i 2 milioni di euro.

La commissione è composta dall’assessore All’ambiente Francesca Lucchi, da 6 membri nominati dai 2 Consigli di quartiere, 1 consigliere comunale di maggioranza (Enrico Rossi – PD) e 1 di opposizione (Natascia Guiduzzi – M5S).

L’assessore Lucchi ha subito fatto un quadro degli investimenti più importati effettuati in questi anni:

  • 53.700 euro destinati ad AUSER,1.300.000 euro circa per la riqualificazione della piazza di Formignano, entrambi riferiti al quartiere Borello.
  • 300.000 euro per la riqualificazione della sede del quartiere Valle savio,237.000 euro per la metanizzazione di Tessello, entrambi riferiti al quartiere Valle Savio.

L’assessore e la commissione hanno convenuto che i rimanenti 192.000 euro debbano essere destinati al quartiere Valle Savio; da una parte per tener fede ad un ordine del giorno di Consiglio Comunale presentato dal Movimento 5 stelle che indirizzava in questo senso, ma anche e soprattutto perchè lo squilibrio di investimenti fra un quartiere e l’altro è più che evidente.

La commissione ha deciso che sarà il quartiere Vallesavio ad avanzare alla commissione una proposta su come investire questi fondi, proposta che poi la commissione Busca renderà esecutiva.
Una scelta che giudichiamo equa, ponderata e che condividiamo.

L’unica nota stonata della proficua commissione si è verificata verso la fine quando è stato il momento di nominare il coordinatore della stessa. Il disciplinare che regolamenta la commissione, redatto dalla passata composizione (2011-2014) e che stabiliva che “durante la prima seduta della commissione viene nominato il coordinatore e il segretario della commissione tra i componenti di nomina dei quartieri” è stato completamente disatteso.

Il Consigliere Comunale Enrico Rossi, esponente del Partito Democratico, ha avanzato al propria candidatura, sostenuta a gran voce da alcuni partecipanti di un comitato civico cittadino presenti come uditori, che hanno incredibilmente sostenuto la sua candidatura a gran voce pur non essendo previsto l’intervento di alcuno fra il pubblico.

Ci siamo fermamente opposti, affiancati dall’assessore Francesca Lucchi, perchè riteniamo che i fondi della Busca e il coordinamento della commissione debbano essere gestiti dai quartieri e non dal Consiglio Comunale, ritenendo pertanto la candidatura inopportuna. Nonostante le nostre proteste, Enrico Rossi è stato proclamato a gran voce coordinatore, senza effettuare alcun voto.

La commissione è stata disturbata nella sua autonomia e siamo molto contrariati dall’atteggiamento tenuto dal Consigliere Rossi che si è portato dei sostenitori esterni per far passare la propria candidatura. Tali atteggiamenti tenuti da un esponente del Consiglio Comunale sono riprovevoli, ne prendiamo le distanze e chiediamo al consigliere Rossi di rifiutare l’incarico.

A fine commissione l’assessore Lucchi ha sommariamente fatto un quadro della situazione attuale della discarica. Non pienamente soddisfatti di quanto esposto durante la commissione dall’assessore e dalla lettera spedita dal Sindaco in mattinata, abbiamo oggi stesso richiesto alla Presidente della 2° commissione Caterina Molari la convocazione di una commissione apposita in cui Hera, Arpa e Provincia ci vengano ad aggiornare dello stato della discarica.

Il Movimento 5 stelle non perde di vista ciò che sta avvenendo ed è avvenuto alla Busca e sarà sempre attento alla salute di chi vi abita e vive accanto.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Lunedì 9 Marzo: La Trattativa di Sabina Guzzanti a Cesena

Il Movimento 5 Stelle di Cesena è lieto di comunicare di essere riuscito a organizzare, per la propria città, per i propri cittadini, la proiezione del film:
LA TRATTATIVA di Sabina Guzzanti.
Alla serata sarà presente la stessa SABINA GUZZANTI, regista e attrice, che sarà in sala per un dibattito, subito dopo la proiezione del film.
La trattativa, di cui si parla nel film è quella fra Stato e mafia, è quella che l’Italia ha subito e presumibilmente, continua a subire, perpetrata da politici, autorità, funzionari dello Stato, che per vigliaccheria, interesse omero opportunismo hanno perso il senso dello Stato.
E’ quella legata agli omicidi dei Giudici Falcone e Borsellino, e alle stragi di quegl’anni.

Nel film, come si legge nelle note ufficiali, ‘un gruppo di attori mette in scena gli episodi più rilevanti della vicenda, impersonando mafiosi, agenti dei servizi segreti, alti ufficiali, magistrati, vittime e assassini, massoni, persone oneste e coraggiose e persone coraggiose fino a un certo punto. Così una delle vicende più intricate della nostra storia diventa un racconto appassionante’.

Questo film, uscito nelle sale l’autunno scorso, non ha avuto un appropriato supporto mediatico, anzi, al contrario è stato parecchio nascosto da stampa e televisione, che non hanno ritenuto di dargli visibilità. A questo proposito spicca il comportamento di alcuni esponenti del Parlamento, di un ben noto partito politico, che hanno pensato bene di fare un comunicato stampa contro il film, perché secondo loro il manifesto era “deplorevole e irrispettoso’.

Grazie ai portavoce del Movimento 5 Stelle, che hanno organizzato una proiezione de “La Trattativa” alla Camera dei Deputati, il film ha ripreso una nuova vita. Un film, un argomento, che i media di regime vogliononascondere o comunque mettere in ombra, un argomento della storia buia del nostro paese rilanciato dal Movimento 5 stelle per fare emergere la verità, con decine di proiezioni in tutta Italia e che stanno facendo il tutto esaurito in ogni parte d’Italia dimostrando la volontà dei cittadini onesti di arrivare alla verità.

L’appuntamento è per lunedì 9 marzo al Teatro Verdi a Cesena.

Dettagli della serata:
Ore 20.00 ingresso ed accreditamenti delle prenotazioni fino alle 20.45.
Ore 21.00 proiezione del film “La trattativa”, segue dibattito con la regista: Sabina Guzzanti.
Indirizzo: Teatro Verdi,
Via Luigi Sostegni, 13
Cesena FC
Costo della serata: Proiezione del film + dibattito con Sabina Guzzanti
€ 7,00 intero,
€ 5,00 ridotto.

Visto il grande interesse che questo evento sta suscitato chiediamo la vostra collaborazione inviando mail di prenotazione all’indirizzo:
mathias.spadaccini23@gmail.com

(Questo il riferimento ai parlamentari citati sopra:
“Nel frattempo, come è facile prevedere, simili tematiche hanno già generato polemiche e discussioni accese. È il caso del comunicato stampa con cui i deputati PD Michele Anzaldi, Lorenza Bonaccorsi, Federico Gelli, Ernesto Magorno e Nicodemo Oliverio denunciano come ‘deplorevole e irrispettoso’ il manifesto de ‘La trattativa’ che mostra lo stemma della Repubblica accanto al disegno di un uomo con coppola e lupara. ‘Nessuno ‘ – scrivono i parlamentari – ‘mette in discussione la libertà di trattare tutti gli argomenti, anche i più delicati e scabrosi, ma da una donna di spettacolo di successo come Sabina Guzzanti ci saremmo attesi una maggiore prudenza nel combinare simboli che non hanno nulla a che vedere tra di loro. A perdere la vita in agguati di mafia ricordiamo centinaia di onesti servitori dello Stato e, nel caso specifico del processo sulla Trattativa, la questione è stata sollevata proprio dagli organi dello Stato. Fare di tutta l’erba un fascio è sempre un comportamento sbagliato, ma quando si tirano in ballo le istituzioni può diventare anche pericoloso’. Non si è fatta attendere la replica della Guzzanti, che ha scritto sul suo sito: ‘Dicono che è inaccettabile un mafioso disegnato nello stemma della repubblica, prima che siano approvate le riforme costituzionali. Si preoccupano che si anticipi l’esito della votazione parlamentare. In realtà voci di corridoio ci informano che sono seccati perché la nostra locandina ha bruciato una slide che avevano preparato per festeggiare l’italicum: la sagoma di un tizio ai domiciliari che scrive la riforma elettorale. Non ve la prendete, si sa che l’arte è sempre avanti’.)

Gruppo Comunicazione
Movimento 5 stelle Cesena

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

25.000 EURO PER LA TUA IMPRESA – MICROCREDITO 5 STELLE: PRENDITI LA TUA PARTE

Vuoi avviare un’attività? Adesso c’è il microcredito5stelle: un prestito che puoi ottenere subito, grazie al fondo creato dai parlamentari 5 stelle con il taglio del loro stipendio. Che ora torna ai cittadini.

COME FUNZIONA

CHI PUÒ ACCEDERE AL FONDO?

Tutte le persone che vogliano intraprendere una nuova attività imprenditoriale o che abbiano un’impresa da meno di 5 anni.

CHE TIPO DI IMPRESE?

Microimprese fino a 5 dipendenti, società a responsabilità limitata semplificata e cooperative fino a 10 dipendenti, lavoratori autonomi e società di professionisti.

QUALI IDEE SONO FINANZIABILI? QUANTO SI PUÒ OTTENERE?

Sono tanti i casi che meritano un sostegno. Il tetto finanziabile è 25mila euro – in alcuni casi è possibile arrivare a 35mila euro – per aziende esistenti o idee imprenditoriali legate all’agricoltura, all’artigianato, al commercio, ai servizi e a tutte le start up innovative.

COME ACCEDERE AL FONDO?

E’ semplice. Basta recarsi presso lo sportello dei Consulenti del lavoro nella tua provincia con un piano imprenditoriale e un’idea sostenibile: i consulenti ti diranno cosa fare. Se la tua impresa già esiste, porta con te una visura camerale, l’atto costitutivo, lo statuto e gli ultimi bilanci. Non servono garanzie reali, è sufficiente non essere iscritti negli elenchi dei cattivi pagatori. Trova lo sportello più vicino!

> SCARICA L’INDIRIZZARIO DEI CONSULENTI DEL LAVORO E SCOPRI QUELLO PIÙ VICINO

IN TOUR PER LE PMI

Ti interessa essere informato sui temi centrali per le imprese e le start up? Ti diamo appuntamento con parlamentari, eurodeputati, consiglieri regionali e comunali per parlare insieme di burocrazia e fiscalità, di come ottenere i fondi europei, di innovazione d’impresa, made in Italy, giustizia per le imprese. Una serie di incontri per rispondere a tutte le tue domande sui temi che più interessano alle PMI.

> Controlla il calendario e trova l’appuntamento più vicino a te (il calendario è in continuo aggiornamento).

TI INTERESSA?

Sarà possibile accedere al microcredito a partire dal 5 marzo. Per restare informato su tutti gli eventuali aggiornamenti o cambiamenti, iscriviti alla mailing list sul sito ufficiale.

> Visita il sito

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)