REAZIONE DEL PD – CITTADINI IN CONSIGLIO COMUNALE

Ancora una volta il PD e Paolo Lucchi all’insegna della politica dell’arroganza e della strafottenza senza rispetto per i cittadini.
Ieri sera in Consiglio Comunale la maggioranza ha ancora una volta dato dimostrazione di incapacità, arroganza e grande distanza dai cittadini e dai loro problemi. La manifestazione del Comitato e dei cittadini contrari all’eliminazione del parcheggio di piazza della Libertà era annunciata da tempo. Quando molte decine di loro sono entrati nella Sala del Consiglio per essere ascoltati, il Sindaco Lucchi e il suo aiutante-attendente, il Presidente del Consiglio Comunale Simone Zignani entrambi politici professionisti e importanti esponenti del PD locale, piuttosto che calmare gli animi e favorire il dialogo, hanno scelto la linea dura e lo scontro tra chi urlava più forte.
Di fronte a questo atteggiamento davvero poco sensibile, tipico di chi si mostra forte verso i deboli, e debole verso i forti, gli animi si sono surriscaldati e la situazione ha rischiato di degenerare. Infatti il Sindaco invece di incontrare i Cesenati, ha agito in maniera avventata, strafottente e pericolosa, mettendo a rischio l’ordine pubblico con la sua arroganza. Solo l’ intervento di decine tra vigili, poliziotti, carabinieri e agenti in borghese ha permesso una conclusione pacifica senza registrare scontri fisici. Con un atteggiamento più democratico non ci sarebbe stato bisogno di nessun intervento delle forze dell’ordine.
Come era scritto su un manifesto esposto con evidenza da chi protestava, il Sindaco avrebbe dovuto ascoltare chi era portavoce di 7.000 cittadini. Infatti così tanti hanno firmato per mettere in discussione l’assurdo progetto del pavimento da 3 milioni di euro per la piazza più inospitale, progettata per accogliere stand gastronomici pochi giorni all’anno, invece che per i cittadini di Cesena e i visitatori. Da un Sindaco ci si potrebbe aspettare ben altro comportamento, cosciente dei pericoli che l’arroganza e l’indifferenza per i problemi dei cittadini potrebbe produrre. E invece si è reso necessario l’intervento di tante forze di polizia a causa di un modo di agire duro e arrogante del tutto inadeguato e inappropriato alla situazione creata dal sindaco Lucchi e dal suo compare il presidente Zignani che Il Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle ha prontamente segnalato.
Niente da fare; il Sindaco ha pervicacemente voluto proseguire l’assise in un clima davvero infuocato; per dimostrare la nostra assoluta contrarietà, abbiamo abbandonato il Consiglio Comunale per esprimere la nostra solidarietà a tanti cittadini delusi e amareggiati che ci hanno accolto tra gli applausi. I Consiglieri del M5S hanno abbandonato l’aula in segno di protesta per il modo di operare irrispettoso e superbo del Sindaco, del Presidente del Consiglio e del PD. L’abbiamo fatto orgogliosamente, perché stiamo dalla parte dei cittadini, cittadini noi stessi portavoce delle istanze della comunità, ma molto a malincuore perché anche ieri volevamo portare il nostro contributo, con i nostri emendamenti, riguardo al tema dei cambiamenti all’interno di Cesena Fiera SpA, così come al rinnovo della concessione dell’Ippodromo, i due temi più rilevanti in discussione nel Consiglio comunale di ieri, su cui il PD ha ulteriormente dimostrato la propria incapacità di portare idee innovative e incompetenza per soluzioni capaci di produrre crescita e sviluppo per Cesena. Anche questa volta è emerso come il PD dei professionisti della politica, dei privilegiati e dei potenti, delle cooperative e dei supermercati, sia incapace e insensibile nei confronti di tante piccole imprese in difficoltà che Sindaco e PD sembrano ignorare, interessati solo a realizzare un costosissimo pavimento e a bloccare per anni lo sviluppo commerciale e culturale del Centro Storico di Cesena.
Il Movimento 5 Stelle è e resterà il portavoce dei cittadini per l’interesse di tutti e non si alleerà mai con nessuno dei partiti degli affari.
Vedendo come operano il PD e Libera Cesena, comprendiamo la disaffezione e lo sconforto di tanti Cesenati, che hanno votato (o smesso di votare) per questi partiti credendo che fossero capaci di rappresentarli. Il PD di Cesena in particolare è con evidenza ormai un’organizzazione di modello aziendale, braccio politico delle cooperative e dei potenti locali guidato da professionisti della politica senza capacità gestionali, perché lontani dai problemi di chi lavora ogni giorno.
Il Movimento 5 Stelle, sostenuto da sempre più cittadini, vuole contribuire a costruire un futuro diverso e migliore per i giovani e gli anziani, le piccole imprese e i lavoratori, e per ogni abitante di Cesena a partire da quelli più svantaggiati e in difficoltà.
Continueremo a stare a fianco dei cittadini e ad appoggiare le loro istanze, a presentare le nostre proposte di cambiamento e le nostre idee di sviluppo, per dar vita a un Comune capace di anteporre i bisogni e il rispetto delle persone agli interessi di pochi e all’immobilismo degli incapaci.
Cesena 18 settembre 2015
Il Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle Cesena
Claudio Capponcini, Natascia Guiduzzi, Max Iacovella, GiorgioGustavo Rosso

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)